Coronavirus
arianna formazione
Servizi in rete per te
Concorso Tesseramento 2022

VALORI BOLLATI

Vorrei aderire al servizio di emissione dei valori bollati telematici, a chi mi devo rivolgere?

Basta recarsi al Sindacato Tabaccai FIT più vicino e sottoscrivere tutta la modulistica richiesta. Sarà cura della FIT dar seguito all'iter previsto. A seguito dell'istanza presentata, l’Agenzia delle Entrate dovrà provvedere al rilascio della prescritta autorizzazione affinché il gestore informatico del servizio possa provvedere all'attivazione dello stesso. 

Si è bloccata/smagnetizzata la carta servizi. Come devo procedere per riaverla?

La carta si blocca dopo aver errato per 3 volte il codice P.I.N. Si può sbloccare digitando il codice P.U.K. fornito da LIS unitamente al codice P.I.N. Invece se la stessa risulta smagnetizzata o smarrita è necessario telefonare al numero verde 800.121314 (oppure da cellulare 06.81913014) e chiedere il duplicato della carta.

Come vengono prelevate le somme incassate?

Le somme acquistate “virtualmente” dal rivenditore nell’arco della settimana contabile (dal mercoledì al martedì successivo), vengono prelevate dall’Agenzia delle Entrate tramite procedura di addebito automatico (modalità F24 on line) con valuta del venerdì successivo alla settimana contabile di riferimento. 

La mia banca mi ha chiamato informandomi che l’addebito con modalità F24 on-line non è andato a buon fine, come posso versare le somme spettanti all’Agenzia delle Entrate? 

E’ necessario effettuare il versamento per ogni singolo borsellino ricaricato, utilizzando un modulo F24 cartaceo sul quale indicare i seguenti codici tributo: MB00 per il riversamento dell’imposta di bollo; CG00 per il riversamento delle tasse di concessioni governative; CC00 per il riversamento delle marche cambiali/contratti di borsa; 941T per  il riversamento delle somme riscosse a titolo di contributo unificato; per le Regioni Sardegna, Sicilia, Valle D’Aosta ovvero per una delle Province Autonome di Trento o di Bolzano i codici tributo sono diversi e specifici per ciascuna realtà regionale e provinciale. In tal caso è bene contattare il Sindacato provinciale FIT di appartenenza che potrà fornire i codici tributo adeguati. Si ricorda, infine, che ciascun modello F24 deve inoltre contenere, a titolo di spese bancarie, imputato al codice tributo TABF ed il cui importo è variabile in funzione del modello di pagamento utilizzato e ricompreso tra 1,00 e 2,15 euro.

Qual è il valore massimo acquistabile?

Dipende dalla fideiussione prestata nei confronti dell’Agenzia delle Entrate. Il valore garantito diventa il plafond operativo a disposizione nell’arco del mese. Ogni inizio mese il plafond di vendita viene reintegrato completamente e torna al suo valore iniziale. 

È possibile conoscere il credito residuo? 

Sì, esiste una specifica funzione sul terminale LIS Printer. La modalità è decritta nel manuale utente che viene consegnato con il terminale al momento dell’installazione.

È possibile aumentare il plafond a disposizione?  

Sì, è necessario rivolgersi all’ E.Co.M.A.P. per ottenere le informazioni al fine di aumentare il valore della garanzia fidejussoria e, quindi, il plafond operativo. 

A chi e come si ordinano i rulli contenenti le etichette per l’emissione dei valori bollati?

Non è richiesto alcun ordine, in quanto la fornitura iniziale ed anche le successive avvengono in modo automatico. Attraverso il codice a barre stampato sullo scontrino, il sistema è infatti in grado di leggere le etichette consumate e predisporne il reintegro al raggiungimento di una soglia minima predefinita, calcolata in percentuale alla dotazione base di ciascun intermediario.

Cosa si intende per dotazione di base?

La dotazione di base è il numero di scatole che vengono consegnate abitualmente al punto vendita. Ogni scatola contiene 5 rulli da 800 etichette ciascuno, per un totale di 4.000 etichette a scatola. 

La spedizione ha un costo?

No, i rulli vengono consegnati direttamente in rivendita senza l’addebito di alcun costo.

Esiste un documento di accompagnamento?

Sì, il materiale viaggia con una lettera di vettura che, oltre alle informazioni inerenti il mittente, il destinatario il peso del collo ed il numero totale delle scatole oggetto di consegna, reca in modo chiaro e leggibile anche il dettaglio della singola scatola ed il numero di ciascuno dei rulli contenuti. Tali specifiche consentono al rivenditore di espletare agevolmente la verifica di corrispondenza tra materiale riportato sulla lettera di vettura e quello realmente consegnato.

La lettera di vettura deve essere conservata?

Sì, per espressa previsione convenzionale il tabaccaio ha l’obbligo di conservare per due anni la ricevuta di consegna del materiale di stampa. La lettera di vettura costituisce l’unico documento attestante la fornitura ricevuta e può essere richiesta dall’Agenzia delle Entrate in caso di verifiche.

È possibile restituire i rulli se difettosi e a chi ci si deve rivolgere?

Nel caso in cui i rulli siano inutilizzabili è necessario contattare il magazzino di Arianna 2001 Spa. Il personale addetto fornirà le necessarie informazioni sulla modalità di restituzione del materiale difettoso e, al ricevimento dello stesso, provvederà ad attivare la procedura per l’invio di nuovi rulli.  

Si può trasferire il credito da un borsellino ad un altro? 

I borsellini sono indipendenti tra loro. Ne consegue che bisogna fare la massima attenzione nel momento dell’acquisto, poiché un credito presente in un borsellino non può essere trasferito ad un altro. Tuttavia è stata estesa la procedura informatica che consente di annullare le ricariche errate a due condizioni: 1) l’annullamento deve essere fatto nello stesso giorno della ricarica; 2) l’annullamento deve essere fatto prima di ogni altra operazione di cambio rullo, di scarico log, di ricarica, o di emissione di contrassegni dallo stesso borsellino in cui ha avuto luogo l’errata ricarica.

È possibile annullare i valori bollati emessi dal terminale?

L’annullamento è consentito nell’arco della giornata di emissione e solamente nel caso in cui sia ancora in uso il rullo dal quale il valore bollato è stato emesso e non siano stati effettuate più di due operazioni di “scarico log”. Gli scontrini annullati devono essere conservati. L’operazione di annullamento comporta il reintegro del credito scalato nel borsellino corrispondente.

È possibile utilizzare un conto corrente postale per l’addebito delle somme richieste dall’Agenzia delle Entrate e da LIS? 

Sì, è consentito anche l’utilizzo del conto corrente postale. L’Agenzia delle Entrare addebita a titolo di commissioni postali l’importo di euro 0,50 nel caso di c/c postali ed euro 0.60 nel caso di c/c bancari.

In caso di cessazione dell’attività quali adempimenti sono richiesti?

Innanzitutto è necessario manifestare formalmente l’intenzione di recedere dalla convenzione sottoscritta a favore dell’Agenzia delle Entrate. Negli uffici FIT è disponibile tutta la modulistica necessaria. Una volta scaricato tutto il credito residuo, dovrà restituire il terminale LIS Printer. I rulli nuovi o parzialmente utilizzati ancora giacenti in tabaccheria, dovranno essere restituiti ad ARIANNA 2001 Spa. Vanno invece consegnati al nuovo titolare i supporti cartacei dei foglietti cambiari dopo aver verificato, con il personale di Arianna 2001, il residuo dei foglietti.

Per problemi di manutenzione e assistenza tecnica a chi ci si deve rivolgere?

È necessario contattare LIS chiamando il Call Center al numero verde 800.121314 (oppure da cellulare 06.81913014).

Avendo intenzione di recedere dal servizio come ci si deve comportare per il credito residuo presente sulla LIS Printer?  

È necessario effettuare lo scarico del credito residuo ovvero effettuare l’operazione di “dismissione” dal menù “utilità” del terminale LIS Printer. Per questa operazione occorre prestare particolare attenzione perché, una volta disattivato il terminale, non è più possibile procedere alla stampa dei valori bollati e, di conseguenza, si perde il credito residuo presente nella LIS Printer.  

Cosa si deve fare per attivare anche il contributo unificato?

Il contributo unificato per gli atti giudiziari è diventato a tutti gli effetti un borsellino dei valori bollati. Non è più necessario richiedere alcuna autorizzazione specifica. Aderendo al servizio “valori bollati telematici” si potrà quindi emettere anche i contrassegni del contributo unificato per gli atti giudiziari.

Esiste l’obbligo di conservazione del materiale?

Il rivenditore di generi di monopolio, in virtù della professionalità che contraddistingue il proprio operato, dovrà riservare alla conservazione dei rulli per la stampa un’attenzione adeguata al valore intrinseco del suddetto materiale di consumo.

E in caso di smarrimento o furto?

In caso di smarrimento o furto dei rulli assegnati, è necessario informare il magazzino di Arianna 2001 inviando a mezzo fax copia della denuncia di smarrimento o furto presentata presso l’autorità giudiziaria. Il verificarsi di tali eventi comporta la richiesta di pagamento di una penale per ciascun rullo oggetto di furto o smarrimento ed il blocco delle forniture per il reintegro del materiale fino a che l’Agenzia delle Entrate non autorizza lo sblocco, a seguito del pagamento da parte dell’intermediario di detta penale.

Come deve essere utilizzato il materiale “foglietti cambiari”?

I foglietti cambiari devono essere consegnati al cliente che ne fa richiesta solo accompagnati da una relativa Marca per Cambiali. La corrispondenza esatta tra numero di Marche per Cambiali stampate e numero di foglietti consegnati è requisito fondamentale per garantire il corretto funzionamento del meccanismo di rifornimento del materiale.

Quant’è il corrispettivo per il tabaccaio?

Il compenso spettante ai rivenditori di generi di monopolio per l’effettuazione del servizio di riscossione dell’imposta di bollo e delle tasse ipotecarie e dei diritti speciali è pari al 5% del valore totale degli acquisti virtuali effettuati nella settimana contabile. Per la riscossione del Contributo amministrativo per passaporto l’aggio è del 4,7%, mentre per il Contributo Unificato per le spese di giustizia e per il processo Tributario l’aggio è del 2,60%.

Se ho sbagliato a caricare un borsellino posso chiedere il rimborso?

In caso di errata ricarica (ammesso che non sia stato possibile procedere all’operazione di annullamento), e di comprovata impossibilità all’utilizzo del credito acquistato, è possibile presentare domanda di rimborso all’Agenzia delle Entrate allegando all’istanza di rimborso l’originale del contrassegno emesso e la fotocopia del documento d’identità.

In caso di passaggio di titolarità della tabaccheria, qual è la procedura corretta da seguire?

La convenzione prevede che, in caso di passaggio di titolarità, il nuovo titolare possa prendere in carico dal precedente titolare sia il materiale di stampa che la macchinetta emettitrice compilando un apposito verbale di consegna.

Posso stampare il contrassegno “Contributo Unificato Tributario” dallo stesso borsellino denominato “Contributo Unificato”?

No, il contrassegno dedicato alla riscossione del contributo dovuto per le spese di giustizia tributaria deve essere stampato esclusivamente dal borsellino “contributo unificato tributario” sulla LIS Printer.

 

SERVIZI LIS

Come diventare rivenditore Servizi Lis?

Per manifestare l’interesse per l’attivazione di un Servizio sul punto vendita, è possibile inserire i propri dati nell’apposito web form presente all’indirizzo https://rivenditori.puntolis.it . La richiesta verrà presa in carico per le opportune valutazioni.

Come recuperare username e password per l’accesso al Portale PUNTOLIS?

Il portale PUNTOLIS https://rivenditori.puntolis.it è il portale dedicato ai Servizi LIS e LIS Pay e separato dal portale giochi di IGT, dove può essere trovato tutto ciò che è inerente ai Servizi. Il Titolare o Rappresentante Legale che ha sottoscritto il contratto può inserire il codice fiscale nell’apposito form presente nella home page pubblica del portale per recuperare le credenziali. Verrà inoltrata una e-mail di conferma con le istruzioni da seguire.

Cosa è LISOMNIA e cosa comprende?

LISOMNIA è la nuova offerta onnicomprensiva dedicata ai tabaccai. Sottoscrivendo LISOMNIA si accederà al mondo dei servizi LIS rivolti al cittadino e pensati per la gestione del tuo punto vendita.

In particolare:

  • Terminale Servizi Evoluto
  • Servizi di incasso e pagamento LIS Pay S.p.A., Servizi di monetica LIS Pay e commerciali LIS (codici acquisto)
  • Esclusività dei nuovi servizi (Bollettini bancari, Pago Bollo, Bollettini postali)
  • Valori Bollati
  • Servizio di ricarica Postepay
  • Servizi SIR: ricariche telefoniche, biglietteria Trenitalia e mobilità
  • Servizi SIR: PuntoPoste (accordo FIT/Poste Italiane)
  • Servizi SIR: TPoint (accordo SIR /Telepass)
  • Accesso alle offerte scontate di Ecomap
  • Pacchetto LISXT€ su terminale servizi evoluto: fatturazione elettronica, interfaccia di cassa
  • APP Logista, per la gestione a 360° del tuo magazzino e ordini direttamente dal terminale servizi

Quanto costa LISOMNIA?

LISOMNIA costa 409 Euro/anno (IVA esclusa) e assorbe tutto il Canone mensile Valori Bollati (non la rateizzazione degli una tantum).

A partire dal mese di luglio 2021, la fatturazione e gli addebiti per le rate del canone annuale LIS OMNIA saranno modificati, passando da annuale ad una gestione mensile.

Questo comporta che, da luglio 2021, LIS Holding ogni mese emetterà una fattura e procederà all’addebito della rata del canone annuale LIS OMNIA, che sarà pari a 34,08 € + IVA.

Come aderire all’offerta LISOMNIA?

L’adesione a LIS OMNIA è contestuale al convenzionamento per l’erogazione dei servizi LIS e LIS Pay. E’ possibile aderire contattando l’agente di zona, attraverso il portale rivenditori nella sezione firma smart, o ancora, contattando il Numero Verde 800.121314 chiedendo il passaggio dell’agente. Anche attraverso il tuo sindacato provinciale è possibile effettuare una manifestazione d’interesse per la firma del contratto o sollecitare il passaggio dell’agente.

Con LIS OMNIA cambia la fideiussione?

No, ma è consigliabile un ampliamento della fideiussione attuale. Con i nuovi servizi di pagamento compresi nell’offerta LIS OMNIA (Pago Bollo su pagoPA, bollettini bancari e postali e contratto PostePay, se sottoscritto) le transazioni sul punto vendita sono destinate ad aumentare, andando a incidere fortemente sul plafond dei servizi per gli incassi in contanti.

Ricordiamo che LIS ha disposto un limite minimo pari a 20.000€ di copertura fideiussoria.

La fideiussione

La fidejussione a favore di Unica/LIS Pay è annuale e obbligatoria, copre tutti i Servizi Commerciali PLUS e Finanziari. L’importo viene sempre prelevato da LIS Pay. Se la fideiussione risulta SCADUTA o PROSSIMA ALLA SCADENZA, apparirà un ALERT nell’Area Personale. Per richieste di adeguamento della fideiussione occorrerà sempre verificare con l’Ente Fideiussorio di appartenenza in prossimità della scadenza.

Il Plafond

ll plafond rappresenta un fido che consente di effettuare transazioni fino al massimo del suo valore. Il plafond è pari alla fideiussione sottoscritta per il servizio e viene decrementato ad ogni transazione effettuata.

Il valore del plafond residuo è determinato dalla differenza del valore della fideiussione e degli ultimi SDD emessi a debito per il cliente, a cui sono sommati tutti i giorni non coperti da SDD.

Il reintegro avviene nel momento in cui, per ogni SDD emesso, terminano i giorni di rischio (3 giorni lavorativi bancari dopo l’emissione della delega) secondo la tempistica definita dalla cadenza degli addebiti SDD. Di seguito un esempio:

 

FAQ Servizi LIS

 

Come verificare il plafond residuo?

• stampando il Riepilogo da POS. Alla fine della stampa sarà riportato il plafond residuo per tipologia di servizi erogati;

• contattando il numero verde 800.12.13.14 all’opzione 2-4-2 il risponditore automatico restituirà la percentuale di plafond utilizzato alla data ed il prossimo reintegro;

• all’interno del Portale Rivenditori, alla voce CONTABILITÀ - Stato Pagamenti e Plafond sezione PLAFOND dove si troverà il valore aggiornato al giorno precedente;

• sul terminale evoluto LIS alla voce PLAFOND presente nel menu delle funzionalità.

Come procedere in caso di insoluto?

In caso di insoluto, l’ufficio preposto, entro 5 giorni lavorativi dalla data del mancato pagamento, comunicherà al tabaccaio l'informativa sull'importo da versare e le coordinate bancarie sulle quali effettuare il bonifico. Per visualizzare i dettagli dell’insoluto è possibile accedere alla pagina Stato Pagamenti e Plafond sul portale PUNTOLIS o contattare il Numero Verde 800.121314.

Come provvedere al pagamento dell’insoluto?

E’ possibile procedere tramite modalità tradizionale, ovvero attraverso un bonifico bancario (riattivazione dei servizi entro i consueti 5 giorni lavorativi), previa verifica della tua situazione contabile, oppure tramite l’innovativa procedura che utilizza il servizio online banking (MyBank), disponibile sul portale rivenditori PUNTOLIS nella sezione CONTABILITA’ – Stato pagamenti e plafond.

Quali dati occorre inserire nel bonifico in caso di insoluto?

Se si sceglie di pagare attraverso il bonifico bancario si dovrà riportare il codice zucchetti del Punto vendita (prime 5 cifre presenti sulla carta servizi del POS, in basso a destra) e la settimana contabile di riferimento. La mancanza di tale codice potrebbe prolungare i tempi per la riattivazione.

Ci sono penali sugli insoluti generati?

Per le prime 2 riattivazioni dei Servizi sospesi NON verrà ADDEBITATO ALCUN COSTO aggiuntivo. Mentre dalla 3 (inclusa) riattivazione in poi, verrà addebitato l’importo forfettario di 50,00 euro, oltre IVA, per ciascuna riattivazione effettuata.

Interventi sui terminali: come funziona la nuova procedura?

Prima di ogni intervento sul tuo Pos occorre sempre effettuare l’operazione di log out. In questo modo il tecnico avrà accesso esclusivamente al nuovo menù Manutenzione, dal quale è impossibile effettuare operazioni di ricarica o qualsiasi altro tipo di transazione reale. Per gli interventi effettuati tramite contatto telefonico con un operatore, è prevista una procedura di sicurezza di validazione del contatto.

Come verificare una transazione?

La verifica di una transazione può essere effettuata attraverso il pulsante VERIFICA TRANSAZIONE presente all’interno delle maschere di erogazione dei servizi del terminale evoluto. Possono essere verificate le transazioni entro 7 giorni dall’emissione. La verifica è possibile anche attraverso il numero verde di assistenza 800.12.13.14.

Come ordinare il materiale di consumo?

E’ possibile ordinare il materiale di consumo direttamente on line selezionando la voce ORDINI e successivamente Materiale di consumo. I materiali sono ordinati per famiglia e si possono ordinare solo i materiali disponibili per il contratto abilitato.

Cosa fare se l’addebito SDD riporta dati apparentemente incongruenti?

In caso di addebito superiore/inferiore a quello dovuto (incongruenza con la stampa del prospetto settimanale alla voce “SALDO A DEBITO”) o atteso PdV (dalla somma degli importi delle stampe giornaliere), occorre sempre tenere conto:

• dell’addebito dell’imposta di bollo per l’invio dell’estratto Conto Mensile del mese precedente (2 euro);

• dei costi di rete Attivazione/Manutenzione Valori Bollati (se si è abilitati) del mese precedente nel primo addebito SDD del mese (mercoledì successivo alla prima domenica del mese) che sono evidenziati comunque nella relativa stampa del prospetto periodico;

• dei mancati consolidamenti avvenuti nella settimana contabile di riferimento: in questo caso, nelle stampe dei prospetti periodici troverai la voce “Dati non consolidati” che non indica che la transazione non sia avvenuta, ma soltanto che non è stata contabilizzata in quella settimana contabile. Ciò potrebbe determinare un importo più alto rispetto a quanto atteso;

. per i  servizi di pagamento, in caso di mancato transato in CONTANTE nel periodo contabile di competenza, il compenso verrà riconosciuto tramite bonifico bancario (NO COMPENSAZIONE). Tale importo sarà visibile sul prospetto periodico alla voce:” ’l’importo a lei dovuto le sarà riconosciuto tramite bonifico bancario”.

Quali sono i compensi del Punto Vendita per i servizi di pagamento?

I compensi per i servizi di pagamento vengono riconosciuti per tutte le transazioni effettuate (in contanti o cashless) in ogni periodo contabile lunedì-mercoledì e giovedì-domenica e sono riscontrabili nei relativi prospetti periodici, con accredito nell’SDD corrispondente (venerdì/martedì). I listini dei servizi di pagamento sono disponibili sul portale rivenditori PUNTOLIS cliccando sul TAB Listini all’interno delle pagine dedicate ai singoli servizi.

Quali servizi sono compresi in Omnia?

SERVIZI DI PAGAMENTO

Bollettini Postali: grazie all’accordo con PostePay S.p.A., LIS Pay S.p.A. mette a disposizione della categoria il servizio di incasso dei bollettini postali sia a lettura automatica che a compilazione manuale ed il servizio consentirà sia il pagamento in contanti che con carte di credito, carte di debito internazionale, bancomat e Codice Postepay.

Ricariche Postepay: tutti i punti vendita della categoria, che hanno effettuato la formazione obbligatoria Antiriciclaggio, Trasparenza e Privacy, possono ricaricare le carte prepagate Postepay dal terminale in dotazione. Sono accettate ricariche in contanti, bancomat e carte di debito circuito Maestro.

Bollettini Bancari (MAV): incassi dei bollettini bancari MAV sia in modalità contanti che cashless.

Pagamenti pagoPA: incassi degli avvisi da pagamento emessi dalla pubblica amministrazione; si tratta di migliaia di enti (Regioni, Comuni, Scuole, Università, Aziende Sanitarie, etc.) di cui si trova l’elenco completo sul sito www.agid.gov.it. Tutti i pagamenti sono accettati in contanti o con carte di pagamento.

Bollettini e tributi: nel tuo punto vendita puoi incassare bollette, bollettini e preventivi emessi dalle principali società nazionali per: utenze domestiche (luce, gas, servizi idrici), prodotti editoriali, polizze auto, prestiti, prodotti per la casa e per le aziende e le rate di acquisto autoveicoli, nonché tributi locali (Imposte sulla casa, TIA, TOSAP…), multe e RAV Agenzia delle Entrate Riscossione (ADER – ex Equitalia). Tutti i pagamenti sono accettati in contanti o con carte di pagamento.

Tasse Auto e Moto: il servizio d’incasso della tassa automobilistica attraverso la piattaforma pagoPA, consente di accettare la moneta elettronica per tutte le transazioni. In virtù del passaggio a pagoPA non sono più necessarie le fideiussioni verso le singole Regioni ma è importante ampliare il plafond della fideiussione Servizi, per non incorrere nel blocco dell’operatività del punto vendita, nel periodo di scadenze, in caso di numerosi pagamenti in contanti.

Biglietti Prenotati: il servizio consente di accettare i pagamenti per i biglietti Trenitalia e Alitalia prenotati tramite call Center o online. Il servizio è disponibile sia su terminale LIS@ che su terminale POS. L'incasso avviene tramite presentazione da parte del cliente del PNR (Passenger Name Record) della prenotazione effettuata. L’incasso è solo in contanti per Trenitalia, in contanti, bancomat e prepagate LIS CARD per Alitalia. Dopo aver effettuato il pagamento nel tuo punto vendita, il cliente può recarsi in stazione o in aeroporto per stampare il biglietto o la carta d’imbarco.

Multe: il servizio di incasso multe prevede l’incasso, in contanti o con carte, delle sanzioni emesse dalla Polizia Municipale dei Comuni convenzionati con Ancitel.

Per i servizi di pagamento, tutti gli incassi cashless con carte non vanno a intaccare il plafond operativo

Codici d’Acquisto: vendita di codici PIN corrispondenti a un importo predefinito da utilizzare per ricaricare gli account dei principali siti e piattaforme web per acquisti, intrattenimento e tanto altro ancora.

Servizi di moneta elettronica: per le carte emesse da LIS Pay servizi di ricarica, prelievo contante dalla carta, trasferimento denaro da carta a carta, info conto ed estinzione. Servizi abilitati dopo frequentazione della formazione obbligatoria Antiriciclaggio, Trasparenza e Privacy.

 

 

 

La Voce del Tabaccaio

VDT numero 23 dell' anno 2022

Numero 23 dell'anno 2022

vedia altri numeri

Chi Siamo

La Federazione

Il gruppo FIT

x