Coronavirus
arianna formazione
Servizi in rete per te

Concorso Tesseramento 2023

Il «Premio Piccolo Comune Amico»

cop 26 2022 pSono stato invitato, in qualità di Presidente Nazionale della Federazione Italiana Tabaccai, al Convegno organizzato dal Codacons «Premio piccolo comune amico», ideato per premiare le eccellenze dei comuni italiani con meno di 5.000 abitanti.

Come rappresentante dei tabaccai ero presente a dimostrazione dell’incessante impegno della categoria nei confronti del pubblico e della capacità di valorizzare le piccole realtà italiane.

Se già nelle grandi metropoli le tabaccherie si sono trasformate in importanti centri multiservizi per i clienti, nei piccoli comuni l’apporto di noi tabaccai è diventato ancor più rilevante e incisivo, perché è in queste realtà che la nostra categoria è l’unico tessuto connettivo che unisce Stato e cittadini.

Nelle zone di desertificazione commerciale i tabaccai sono da sempre un’oasi di salvezza. Per chi abita in località poco servite, le rivendite restano punti strategici per l’acquisto di articoli, il pagamento di valori bollati, bollette e utenze, commissioni che sarebbero effettuabili solo uscendo fuori dal comune. La razionalizzazione e la riorganizzazione degli uffici bancari e postali, inoltre, hanno portato gli abitanti di alcuni piccoli paesi a rivolgersi esclusivamente ai tabaccai per lo svolgimento di molti dei servizi «essenziali», le tabaccherie però devono fare i conti con la loro precaria condizione economica. Se la redditività di queste attività calasse, quest’ultime chiuderebbero. Che fare allora?

L’idea della FIT è quella di creare nuovi presìdi laddove manchino totalmente e portare alle tabaccherie già esistenti nuovi servizi e beni al fine di aumentare l’offerta alla popolazione. Va creata, come per le farmacie nei piccoli comuni, una disciplina ad hoc per queste tabaccherie e vanno realizzate misure di sostegno che compensino il disagio territoriale.

Attualmente due le proposte di legge che guardano in questo senso e che la FIT sta sostenendo presso le Istituzioni. La prima, favorisce, nei piccoli comuni il pagamento di imposte, tributi e utenze attraverso la rete telematica gestita dai concessionari dell’ADM, di cui fanno parte i tabaccai.

La seconda, è una proposta di legge a firma Vitiello, Migliore, Rosato ed Ungaro riconosce alle tabaccherie situate in comuni con meno di 5.000 abitanti, misure agevolative annuali, come un’indennità di sede e un credito d’imposta, a fronte di una soglia di reddito d’impresa ben determinata.

Un primo passo, verso una crescita economica, che, partendo dalle rivendite dei piccoli comuni, si estenda a tutta la categoria dei tabaccai a livello nazionale.

      

                                                                                                                                                                        Mario Antonelli

7:10
GRATTA E VINCI: Innalzati i livelli di sicurezza PANCHINA ROSSA: Per dire NO alla violenza sulle donne LOTTERIE ISTANTANEE: Si avvicina un “Ricco Natale”

La Voce del Tabaccaio

VDT numero 41 dell' anno 2022

Numero 41 dell'anno 2022

vedia altri numeri

Chi Siamo

La Federazione

Il gruppo FIT

x