Campagna Tesseramento 2024
arianna formazione
Coronavirus
Servizi in rete per te

Direttiva Prodotti del Tabacco: qualcosa si muove...
 

Che non ci saremmo accontentati di generiche rassicurazioni lo abbiamo preannunciato prima, durante e dopo la grande manifestazione di Bruxelles del 22 gennaio scorso.

E un primo risultato concreto, importante ed estremamente positivo dalla grande mobilitazione dei tabaccai europei, alla quale è dedicato lo «Speciale» allegato a questo numero, è già arrivato.

La Commissione Igiene e Sanità e la Commissione Politiche dell’Unione Europea del Senato, chiamate ad esprimersi formalmente sul testo della proposta di Direttiva in base ai princìpi di sussidiarietà e proporzionalità del diritto comunitario, hanno condiviso le nostre valutazioni, sostenendo a chiare lettere che il sistema italiano, dati alla mano, garantisce l’obiettivo di riduzione del tabagismo senza grossi contraccolpi per l’Erario.

In parole semplici, ciò significa che i nostri Senatori hanno ben evidenziato che l’eccesso di deleghe che la Commissione Europea vorrebbe riservarsi per modificare ancora la Direttiva nei prossimi anni travalica in modo inaccettabile le prerogative del Parlamento Europeo e dei Parlamenti nazionali.

Il parere finale sulla proposta di Direttiva, approvato all’unanimità dalle due Commissioni, è stato quindi contrario per «non conformità ai princìpi di sussidiarietà e proporzionalità».

Come dire che... avevamo ragione!

Apprezziamo come i nostri politici abbiano dimostrato una spiccata capacità di analisi.

L’augurio è che anche gli altri Parlamenti degli Stati membri dell’Unione Europea seguano l’esempio del nostro, costringendo la stessa Commissione Europea a rivedere le proprie posizioni, ascoltando finalmente le nostre sacrosante ragioni.

Tanto noi non ci fermiamo di sicuro...

Giovanni Risso

La Voce del Tabaccaio

VDT numero 7 dell' anno 2024

Numero 7 dell'anno 2024

vedia altri numeri

Chi Siamo

La Federazione

Il gruppo FIT

x