Campagna Tesseramento 2024
arianna formazione
Coronavirus
Servizi in rete per te

Non abbiamo l'anello al naso

 

Affrontando il tema dell’assetto distributivo della rete dei benzinai, Governo e parti sociali nei mesi scorsi si sono trovati d’accordo sul fatto che la rete debba essere ridimensionata, permettendo così un aumento della redditività media per singolo punto.

Nel contempo, nel corso delle trattative svoltesi tra le mura del Ministero dello Sviluppo Economico, è balenata l’idea di aumentare la produttività dei benzinai introducendo nei loro punti la vendita di tabacchi.

Ma a questo punto abbiamo perso il filo, perché il ragionamento determina un controsenso evidente.

In proposito, ci sorge spontanea una domanda: «Ma credete proprio che abbiamo l’anello al naso?». Con che sfacciataggine si può sostenere che sia necessario ridurre la rete dei benzinai, chiedendo allo stesso tempo l’allargamento di quella dei tabaccai? Ma perché i tabaccai non hanno diritto che la stessa regola si applichi anche a loro? Anche perché, se proprio c’è una rete da contingentare, è proprio quella dei tabaccai che vendono – come è noto – un prodotto nocivo e non certo quella dei benzinai, la cui capillarità sarebbe invece auspicata dalla collettività.

Come facilmente si può capire, questa non è politica industriale ma scippo aggravato!

Giovanni Risso

La Voce del Tabaccaio

VDT numero 23 dell' anno 2024

Numero 23 dell'anno 2024

vedia altri numeri

Chi Siamo

La Federazione

Il gruppo FIT

x