Campagna Tesseramento 2024
arianna formazione
Coronavirus
Servizi in rete per te

Sigarette elettroniche: quali scenari per il futuro?

Il mercato delle sigarette elettroniche, pur marginalmente, sta cannibalizzando il nostro settore. Per ora naturalmente i dati di vendita non sono così esaltanti ma certo in noi generano qualche perplessità.

Il tema oggetto della discussione è assai semplice. Tutto verte sulla loro definizione.

Non è certo un problema grammaticale ma sostanziale. La questione è tutta qui.

Occorre mettersi d’accordo sul significato lessicale di sigarette elettroniche.

Prima ipotesi. Sono prodotti succedanei del tabacco. In parole povere, prodotti che «sostituiscono» il tabacco. In questo caso il problema non si pone: sono prodotti simili al tabacco lavorato e, come tali, rientrano nella stessa regolamentazione. Da ciò ne deriva che saranno soggetti ad una tassazione specifica e potranno essere venduti solo attraverso le tabaccherie.

Seconda ipotesi. Qualora fosse provato che non fanno male anche solo perché non contengono nicotina, non sarebbero evidentemente considerate prodotti succedanei del tabacco e quindi la loro vendita sarebbe liberalizzata. In tal caso, le sigarette elettroniche potrebbero essere vendute anche in tabaccheria.

Del resto, in questo caso non si potrebbe certo sostenere che si tratti di un prodotto destinato ad uso terapeutico e, come tale, riservato alle farmacie.

Tutto qui. Non ci resta quindi che attendere il giudizio dell’Istituto Superiore di Sanità che, chiamato dal Ministero a pronunciarsi a breve sull’argomento, svelerà l’arcano.

In entrambi i casi, siamo pronti!

Giovanni Risso

La Voce del Tabaccaio

VDT numero 24 dell' anno 2024

Numero 24 dell'anno 2024

vedia altri numeri

Chi Siamo

La Federazione

Il gruppo FIT

x