La fatturazione elettronica: i principali aspetti operativi

Dal 1 gennaio 2019 si deve partire con la fatturazione elettronica, lo impone la legge! Clicca qui per scaricare la guida.

Le imprese in questo momento stanno ricevendo molte proposte commerciali tra le quali è necessario orientarsi.

Ma il problema è proprio questo: «Come valutare le diverse proposte? Quali sono le effettive esigenze delle piccole imprese come le tabaccherie? Sto prendendo in considerazione proposte commerciali sovradimensionate rispetto alla mia attività»?

Questi sono solo alcuni interrogativi che gli associati FIT stanno rivolgendo in questo periodo agli uffici della Federazione.

Per tale ragione, abbiamo pensato di affrontare insieme la questione, procedendo per gradi, analizzando innanzitutto le specifiche necessità delle tabaccherie per scegliere la giusta strada da intraprendere.


L’obiettivo, infatti, è quello di trasformare l’obbligo normativo nell’opportunità di semplificazione e di riduzione dei costi gestionali e organizzativi.

Di seguito, quindi, alleghiamo il PDF per visualizzare gli aspetti operativi connessi al primo avvio della fatturazione elettronica nell’impresa, già illustrati sull’inserto pubblicato su «La Voce del Tabaccaio» n. 37 del 22 ottobre scorso.

Il primo passo da compiere è capire di quale strumentazione e di quale servizio occorre dotarsi per essere in grado di emettere e ricevere le fatture elettroniche.


Sicuramente, come dotazione si deve avere a disposizione:

• un sistema informatico (PC o Tablet);

• una connessione Internet;

• un indirizzo telematico (casella di posta elettronica certificata PEC ovvero Codice Destinatario);

• un software gestionale per creare-inviare-visualizzare le fatture ricevute.

Inoltre è utile:

• disporre delle credenziali di accesso all’Area Riservata dell’Agenzia delle Entrate per accedere al portale «Fatture e Corrispettivi» nella sezione dedicata alla fatturazione elettronica;

• generare il QR-CODE collegandosi al portale «Fatture e Corrispettivi», nell’apposita sezione.

Il QR-CODE corrisponde ad un biglietto da visita del contribuente e contiene i dati necessari ai fornitori per emettere fatture elettroniche. Il QR-CODE semplifica l’acquisizione dei dati obbligatori da inserire nella fattura elettronica.

A questo punto come è possibile orientarsi tra le varie offerte disponibili sul mercato?

La scelta dipenderà da:

• facilità di utilizzo;

• assistenza;

• minore costo;

• possibilità di integrazione tra i sistemi in uso in tabaccheria e quelli in uso dal commercialista.

Il pacchetto fatturazione elettronica compreso nel progetto FIT-LISXT € assicura:

• facilità di utilizzo;

• assistenza tecnica operativa;

• integrazione con sistemi in uso in tabaccheria e con quelli del commercialista;

• è incluso nell’offerta complessiva dei servizi FIT-LISXT €;

• è espandibile con ulteriori servizi ed utilità come ad esempio l’invio telematico dei corrispettivi che tra breve sarà obbligatorio.

È comunque utile sapere che l’Agenzia delle Entrate offre i servizi per la fatturazione elettronica che tuttavia non sono integrati nei sistemi in uso in tabaccheria.

L’assistenza tecnica è garantita sebbene non in tempo reale.

Infine, una volta scelto il sistema da utilizzare, prima della fine dell’anno è opportuno:

• comunicare ai fornitori l’indirizzo telematico (PEC e/o Codice Destinatario) tramite mail o PEC (per avere la certezza che sia stato acquisito);

• registrare il proprio indirizzo telematico sul portale «Fatture e Corrispettivi» di Agenzia delle Entrate per comunicare al Sistema di Interscambio (SdI) l’indirizzo telematico preferito per la ricezione. Lo SdI è il sistema di Agenzia delle Entrate che si occupa di verificare, inviare e recapitare le fatture elettronica ai destinatari all’indirizzo elettronico scelto;

• inserire l’indirizzo telematico anche nella corrispondenza commerciale per diffonderlo tra i propri clienti.

x