Risso: “Governo ci ascolti o interromperemo pagamento voucher”

“Chiediamo un incontro urgente con il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni dal quale ci auguriamo di essere ascoltati. Altrimenti, siamo pronti a sospendere da subito il servizio di pagamento dei voucher Inps”. Lo dichiara il Presidente Nazionale della Federazione Italiana Tabaccai, Giovanni Risso, al termine dalla riunione del Comitato Esecutivo FIT.

“Quando i voucher sono arrivati in tabaccheria ci è stato chiesto di impegnarci affinché il servizio fosse fruibile senza problemi tanto da parte dei datori di lavoro che dei lavoratori. Lo abbiamo fatto, investendo in tecnologia, per un prodotto dello stato, e formazione. Quanto grande sia stato il contributo dei tabaccai al successo dei voucher lavoro è sotto gli occhi di chiunque”. 

Così Risso commenta quanto accaduto nei giorni immediatamente successivi l’eliminazione dei voucher, tra tabaccherie prese d’assalto e blocco del portale INPS. 

 

“Nelle nostre tabaccherie – continua Risso – è stata venduta e pagata un’altissima percentuale dei voucher emessi negli ultimi anni eppure, nel momento che si è deciso di eliminarli, nessuno ci ha interpellati, quasi non fossimo stati anche noi artefici di un tale successo. E oltre il danno, subiamo anche la beffa, visto che i cittadini infuriati sfogano il loro malumore su impotenti tabaccai, le prime vittime della cancellazione del servizio”. 

“È innegabile, infatti, che il servizio di emissione e pagamento dei buoni lavoro rappresentasse per i tabaccai una importante fonte di reddito – specifica il Presidente FIT – Soprattutto in un momento in cui siamo costretti ad assistere ad una importante contrazione della redditività, causata dalla stretta al fumo, ai giochi e ad una netta ripresa del contrabbando”. 

“L’ho detto e lo ribadisco, noi tabaccai siamo concessionari dello Stato e ci adeguiamo alle sue leggi, senza entrare nel merito di alcuna scelta politica ma almeno ci sia concesso di evidenziare i danni che la cancellazione di un servizio di qualità ci ha arrecato. Un servizio – conclude Risso – che ci permetteva, in tempi di acutissima crisi economica, di continuare nella nostra attività di piccoli imprenditori”. 

 
Roma, 21 marzo 2017
 
CERCA LA TABACCHERIA PIU' VICINA:

x