FIT: lo Stato faciliti l’adozione di sistemi di sicurezza

Ancora un morto nell'ennesimo tentativo di rapina ai danni di un tabaccaio. Il grave fatto di cronaca, avvenuto in serata a Giugliano (NA) e che ha visto coinvolto un cliente di una tabaccheria, ripropone con drammaticità, a brevissima distanza dal precedente caso di Crispano, il problema della sicurezza dei tabaccai, ormai vero e proprio bancomat della microcriminalità e categoria tra le più violentemente colpite.  La  FIT, Federazione Italiana Tabaccai, attraverso il suo Presidente, Giovanni Risso, ancora una volta e con più forza invoca la necessità che lo Stato faciliti - attraverso sgravi fiscali e contributi - l’adozione di strumenti di sicurezza passiva che scoraggino episodi di tale violenza con il loro drammatico esito.

I tabaccai, conclude Risso, nonostante le continue rapine, affrontano ogni giorno con coraggio anche i pericoli derivanti dalla loro attività, consapevoli di svolgere da sempre il fondamentale ruolo di intermediari tra lo Stato ed il singolo cittadino.

La Voce del Tabaccaio

VDT numero 32 dell' anno 2019

Numero 32 dell'anno 2019

vedia altri numeri