Lotteria Italia... a metà!

cop 31 2018Con il mese di settembre e la ripresa a pieno regime delle attività, torna anche l’abituale appuntamento con la Lotteria Italia, unica differita prevista per il 2018.
Come consuetudine, anche quest’anno noi tabaccai saremo in prima fila per garantire agli utenti la possibilità di cullare il sogno milionario fino alla fatidica estrazione del 6 gennaio.
Del resto, la Lotteria Italia è un prodotto storico al quale, per un motivo o per l’altro, siamo sempre stati legati.
Fin dagli anni ’50 le tabaccherie italiane sono state identificate con questo gioco, sul quale, tra l’altro, da molto tempo deteniamo un obbligo di vendita che deriva dal fatto stesso di essere rivenditori di generi di monopolio.
Ma quest’anno per la Lotteria Italia sarà un anno diverso. E, molto probabilmente, lo sarà anche per noi.
Per la prima volta dopo tanti anni il nuovo tagliando della Lotteria Italia non potrà contenere un Gratta e Vinci annesso.
Per legge, infatti, è possibile pubblicizzare la Lotteria Italia nell’ambito delle trasmissioni TV, ma ciò non è consentito per il Gratta e Vinci.
Tale distinzione è frutto della recente approvazione da parte del Governo del cosiddetto Decreto Dignità e della scellerata decisione di introdurre il divieto di qualsiasi forma di pubblicità relativa ai giochi pubblici con vincite in denaro, che hanno fatto sì che il biglietto della Lotteria Italia non potesse più contenere un Gratta e Vinci.
Al momento non possiamo far altro che tenere fede al nostro ruolo di concessionari ed auspicarci che i nuovi divieti non producano i loro nefasti effetti anche su di un gioco che rappresenta la storia del nostro Paese.

                                                                                                                                                                 Giovanni Risso

x