Stop voucher: non staremo zitti!

cop 12 2017Dalla sera alla mattina, i voucher sono stati eliminati con il conseguente corollario di vuoto normativo, smarrimento della cittadinanza e, soprattutto, caos nelle nostre tabaccherie.

Sì, perché è fuori dubbio che noi tabaccai siamo stati artefici tutt’altro che secondari del successo di questo strumento di retribuzione. Tanto che, quando i voucher sono arrivati in tabaccheria, ci sono stati chiesti, oltre all’impegno e la professionalità che ci contraddistinguono, importanti investimenti nella tecnologia necessaria alla loro emissione e pagamento.

Eppure, nonostante ciò e nonostante il fatto che dalle tabaccherie passasse più del 75% dei voucher, quando si è deciso di eliminarli con un colpo di spugna nessuno ci ha interpellati.

Ebbene, ora basta!

Noi tabaccai siamo concessionari dello Stato e ci adeguiamo alle sue leggi, senza entrare nel merito di alcuna scelta politica, ma che almeno ci si permetta di reclamare i danni che la cancellazione di un servizio, che era per noi importante fonte di reddito, ci ha arrecato.

Abbiamo chiesto un incontro urgente al Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, e vogliamo essere ascoltati, altrimenti siamo pronti a sospendere da subito il servizio di pagamento dei voucher Inps.

Perché, sia chiaro, quanto è successo nei giorni scorsi in cui, oltre al danno, abbiamo subito anche la beffa e i malumori, per usare un eufemismo, di cittadini infuriati, non deve più accadere.

 

                                                                                                                  Giovanni Risso

CERCA LA TABACCHERIA PIU' VICINA:

 
x