Francobolli in tabaccheria: oggi è più semplice

La tabaccheria deve essere sempre rifornita di francobolli. Si tratta prima di tutto di un obbligo di legge, ribadito nel capitolato d’oneri, la cui violazione è sanzionabile, ma prima ancora di un impegno che ciascun rivenditore, all’atto del conferimento della tabaccheria, si è assunto verso la collettività.

Nell’ottica di semplificazione e velocizzazione delle modalità di approvvigionamento da parte dei tabaccai, la Federazione ha raggiunto un accordo con Poste Italiane in ragione del quale ciascun rivenditore, oltre che recandosi presso gli uffici postali, potrà rifornirsi di francobolli anche inviando una semplice richiesta di prenotazione via fax o per e-mail.

Si tratta di un servizio già utilizzato in passato ma che, grazie ai nuovi accordi, è stato ulteriormente migliorato venendo incontro alle esigenze della categoria.

E’ innanzitutto necessario che ciascun tabaccaio interessato sottoscriva il modulo di adesione, allegando copia della licenza tabacchi in corso di validità. Una volta ricevuto il codice cliente da Poste, potrà richiedere i francobolli disponibili sul catalogo mediante invio del fax e della e-mail e riceverli direttamente in tabaccheria. Il pagamento è alla consegna, direttamente al porta lettere, con denaro contante ma anche con carta di debito o carta di credito.

L’intera documentazione da utilizzare per aderire al servizio e richiedere i francobolli è reperibile presso il Sindacato Tabaccai di riferimento oppure A QUESTO LINK.

x