Lotta alla camorra: in piazza tabaccai Afragola


Sono 8 le bombe che la malavita ha fatto esplodere in esercizi commerciali nell’ultimo mese ad Afragola, grosso comune a nord di Napoli; è  la camorra che torna a far sentire la propria voce.

Sabato 19 gennaio ad alzare la voce, però, è il mondo civile e dell’associazionismo che ha chiamato a raccolta i residenti per una manifestazione di protesta e per ribadire il proprio no al racket delle estorsioni e alla camorra.

Il corteo anticamorra ha attraverseto le strade cittadine ed ha visto la partecipazione di migliaia di persone.
Presente alla manifestazione anche la Fit con il Presidente Provinciale Francesco Marigliano, il vice Grassia, il Consigliere della zona Severino ed una nutrita delegazione di tabaccai di Afragola. 

C'era anche Maurizio Invigorito, della omonima tabaccheria, che nelle settimane scorse è stato intervistato dalle maggiori testate nazionali e da striscia la notizia per aver subito 12 rapine negli ultimi tempi. La tabaccheria Invigorito è stata visitata venerdì 18 gennaio dal Ministro degli interni Matteo Salvini, dal sottosegretario Castiello e dal Sindaco di Afragola Grillo. 
"Siamo di fronte ad una preoccupante recrudescenza di episodi criminali nell'area a Nord di Napoli - dichiara il Presidente Marigliano - e questo rende necessaria una risposta ferma e decisa delle istituzioni ma anche e soprattutto della società civile. La violenza vigliacca e spietata della camorra va fermata subito, mettendo in campo tutte le azioni per reprimere il fenomeno e colpire i responsabili."

x