Sicurezza informatica: inizio anno scolastico. Le buone abitudini

È iniziato l’anno scolastico e i genitori di molti studenti sono preoccupati in primo luogo della sicurezza delle infrastrutture e degli edifici scolastici ma anche di quella relativa all’utilizzo delle risorse informatiche e di internet, considerando che ormai lo studio passa inevitabilmente per l’accesso ad internet, sia per il materiale didattico previsto dalle case editrici e dagli insegnanti che per le attività individuali di approfondimento e ricerca.
Le scuole che danno accesso ad internet, in un ambito di fruttuosa collaborazione anche con i principali fornitori come Microsoft, Kaspersky, Google, etc. hanno organizzato o previsto iniziative volte a promuovere la massima sensibilizzazione sul tema della sicurezza informatica, sulle tematiche legate alla legalità e alla proprietà intellettuale e sull’uso sicuro e consapevole delle tecnologie dell’informazione, della comunicazione e della rete ed hanno redatto degli appositi regolamenti ai quali gli studenti si devono attenere.
Oltre ad acquistare tablet o PC per uso scolastico, è importante che anche fuori il perimetro scolastico si applichino le buone regole di sicurezza informatica che vengono raccomandate, considerando che a casa i ragazzi utilizzano tali mezzi anche per giocare, vedere film e navigare su internet o sui social network, esponendosi maggiormente ai pericoli.
Perciò non trascuriamo di:
- aggiornare i sistemi operativi Windows (come proposto da Windows Update);
- adottare buone soluzioni antivirus;
- effettuare il backup dei dati importanti (possibilmente nel cloud) usando un apposito software;
- prestare attenzione alle e-mail ricevute ed ai link in esse contenute;
- effettuare la scansione tramite antivirus delle chiavette USB;
- aggiornare le versioni dei software più usati (principalmente Office ed Excel o equivalenti).

Il testo integrale di questo articolo è pubblicato sul n. 31 de La Voce del Tabaccaio del 18/09/2017
CERCA LA TABACCHERIA PIU' VICINA:

x