10eLotto: nuovo limite giocate in abbonamento 

Recentemente, sul sito istituzionale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, è stata pubblicata la determina con cui l’Amministrazione Finanziaria ha inteso fissare a 1.000 euro il nuovo importo massimo complessivo per le giocate in abbonamento effettuate al 10eLotto in modalità frequente.

A decorrere dal 14 marzo scorso, quindi, il terminale di gioco del Lotto non consente più l’accettazione di giocate in abbonamento che superino tale ammontare.

Un taglio considerevole all’importo massimo di giocata in abbonamento che non avrà impatti negativi sul valore della raccolta, considerato che si è avuto modo di verificare che gli abbonamenti di importo fino a 1.000 euro rappresentano la quasi totalità di quelli emessi dalla rete di vendita.

L’istituzione di questa nuova soglia, inoltre, deve considerarsi un primo passo intrapreso dall’Amministrazione Finanziaria su esplicita sollecitazione della Federazione Italiana Tabaccai a tutela dei tabaccai ricevitori del Lotto, in passato troppo spesso chiamati a farsi carico della responsabilità derivanti dall’accettazione di giocate al 10eLotto non annullabili, del valore di diverse migliaia di euro.

Per tale motivo la FIT si è fatta portavoce della necessaria adozione di provvedimenti in merito, tenuto conto delle istanze avanzate dai tabaccai e in considerazione del fatto che le tempistiche indotte dall’estrazione ogni 5 minuti, sommate alle frequenti e a volte pressanti richieste dei giocatori e, in generale, degli avventori della tabaccheria, hanno inevitabilmente innalzato la soglia di errore, con tutte le conseguenze e i rischi correlati.

Nel recepire l’istanza della Federazione, l’Amministrazione Finanziaria ha avviato tutte le attività necessarie per l’individuazione delle soluzioni ritenute più opportune, varando il citato provvedimento di limitazione dell’importo massimo dell’abbonamento del 10eLotto.

Ad ogni modo, tale limitazione deve intendersi inquadrata in un più ampio processo di riflessione che la FIT ha inteso stimolare ed avviare con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e la società concessionaria, al fine di ottenere cambiamenti tali da poter porre i ricevitori al riparo anche da ulteriori errori e/o malintesi con la clientela, riconducibili proprio alla non annullabilità delle transazioni del 10eLotto, con l’intento palesato di migliorare la sicurezza a favore dei tabaccai nell’espletamento dell’attività di raccolta. 

 

Maggiori informazioni sul n. 12 de La Voce del Tabaccaio del 27 marzo 2017
CERCA LA TABACCHERIA PIU' VICINA:

x